Trovati resti del primo pianeta nato fuori dalla nostra galassia

Gli astronomi hanno trovato indizi su quello che potrebbe essere il primo pianeta mai scoperto al di fuori della nostra galassia.

Finora sono stati trovati quasi 5.000 “esopianeti” – mondi in orbita attorno a stelle oltre il nostro Sole -, ma tutti questi sono stati localizzati all’interno della galassia della Via Lattea. Il possibile pianeta delle dimensioni di Saturno scoperto dal telescopio a raggi X Chandra della NASA si trova nella galassia Messier 51. Questo si trova a circa 28 milioni di anni luce dalla Via Lattea.

I membri del team hanno utilizzato questa tecnica per rilevare l’esopianeta candidato in un sistema binario chiamato M51-ULS-1.

Il metodo sviluppato e impiegato è l’unico metodo attualmente implementabile per scoprire sistemi planetari in altre galassie. È un metodo unico, particolarmente adatto per trovare pianeti attorno a binari a raggi X a qualsiasi distanza da cui possiamo misurare una curva di luce.

Questo binario contiene un buco nero o una stella di neutroni in orbita attorno a una stella compagna con una massa circa 20 volte quella del Sole. Una stella di neutroni è il nucleo collassato di quella che un tempo era stata una stella massiccia.

Il transito è durato circa tre ore, durante le quali l’emissione di raggi X è scesa a zero. Sulla base di questa e di altre informazioni, gli astronomi stimano che il pianeta candidato avrebbe le dimensioni di Saturno e orbiterebbe attorno alla stella di neutroni o al buco nero a circa il doppio della distanza a cui si trova Saturno dal Sole.