I neo papà vivono male dopo la nascita dei figli

Circa il 70% dei neo padri negli Stati Uniti è in sovrappeso o obeso, mentre uno su cinque è un fumatore, secondo i risultati di un sondaggio nazionale.

Inoltre, più di uno su 10 indica di dedicarsi al “binge drinking” – o al consumo di cinque o più bevande alcoliche in un breve periodo di tempo – e il 10% riferisce di soffrire di sintomi di depressione, hanno mostrato i dati.

I risultati sono significativi perché i nuovi padri alla fine svolgono un ruolo importante nella salute e nel benessere dei loro figli, hanno affermato i ricercatori.

Sono necessarie chiaramente strategie di salute pubblica per affrontare questo problema, che ha conseguenze significative sulla salute del bambino e dell’intera famiglia. Questi dati, soprattutto in combinazione con i dati delle madri, offrono una tabella di marcia su dove dobbiamo concentrare l’attenzione per migliorare la salute e il benessere delle famiglie durante la gravidanza e dopo la nascita di un bambino.

I risultati si basano su un’indagine sui nuovi padri sviluppata a livello nazionale da Garfield e dai suoi colleghi in collaborazione con i Centers for Disease Control and Prevention e il Dipartimento della salute pubblica della Georgia.

Avere una fonte affidabile di informazioni per vedere come gli uomini sono influenzati dal passaggio alla paternità è un primo passo importante per capire come sostenere al meglio famiglie e bambini oggi. Abbiamo gli strumenti e siamo pronti per partire, [ma] abbiamo bisogno di partner a livello statale che possano garantire finanziamenti e implementare questa sorveglianza per i papà nel loro stato.

Gli studi hanno anche rivelato che gli uomini spesso vedono la nascita del loro bambino come una motivazione per cambiare le proprie abitudini di salute. La paternità rappresenta un’opportunità per gli uomini di migliorare la propria salute, ed è più probabile che padri sani partecipino all’educazione dei figli, sostengano le madri nella genitorialità e abbiano figli sani.