Estinzione delle aragoste a causa del cambiamento climatico: la preoccupazione degli studiosi

Tra le profonde valli sottomarine al largo della costa scoscesa e tortuosa del Maine striscia una delle specie più redditizie nelle acque americane: Homarus americanus , l’aragosta americana.

L’anno scorso, le aragoste commerciali del Maine hanno avuto un drastico calo, forse causato dal cambiamento climatico. I dati mostrano che il Golfo del Maine si sta rapidamente riscaldando, spingendo le aragoste più a nord e in acque più profonde.

All’inizio, il riscaldamento si è rivelato un vantaggio per la pesca dell’aragosta nel Maine. Le aragoste hanno bisogno di acqua fredda, ma non troppo fredda. Sostenuta da temperature dell’acqua più favorevoli e dalla scarsità di predatori, grazie alla diminuzione degli stock di merluzzo bianco dell’Atlantico, la popolazione di aragoste del Maine è esplosa negli anni ’80.

Non è chiaro se il numero di aragoste si stia riducendo o se gli alimentatori inferiori stiano diventando leggermente più difficili da trovare. Gli studiosi dicono: “Non capiamo ancora quanta biomassa riproduttiva stiamo trattenendo anno dopo anno”. Forse le aragoste erano concentrate in acque meno profonde. Ora, le aragoste si trovano principalmente in acque profonde difficili da raggiungere la pesca.

Ciò significa che alcuni aragoste devono avventurarsi più lontano dalla riva. Stanno comprando barche più grandi, preparando trappole più profonde e spendendo di più per attrezzature e carburante. Le aragoste sanno che il Golfo del Maine sta cambiando, ma non è esattamente chiaro fino a che punto la loro vita sia in pericolo, almeno a breve termine.