Consumare zucchero durante l’adolescenza altera le capacità cognitive

Una nuova ricerca ha dimostrato che il consumo quotidiano di bevande zuccherate durante l’adolescenza altera le prestazioni in un compito di apprendimento e memoria durante l’età adulta. Il gruppo ha inoltre dimostrato che i cambiamenti nei batteri nell’intestino possono essere la chiave per il deterioramento della memoria indotto dallo zucchero.

Lo studio

Una nuova ricerca ha dimostrato in un modello di roditori che il consumo quotidiano di bevande zuccherate durante l’adolescenza altera le prestazioni in un compito di apprendimento e memoria durante l’età adulta. Il gruppo ha inoltre dimostrato che i cambiamenti nei batteri nell’intestino possono essere la chiave per il deterioramento della memoria indotto dallo zucchero.

A sostegno di questa possibilità, hanno scoperto che deficit di memoria simili sono stati osservati anche quando i batteri, chiamati Parabacteroides, sono stati arricchiti sperimentalmente nell’intestino di animali che non avevano mai consumato zucchero.

Lo zucchero nei primi anni di vita ha aumentato i livelli di parabacteroides. Più alti sono i livelli di parabacteroides, peggio sono stati gli animali nel compito.

Considerando il ruolo che l’ippocampo svolge in una varietà di funzioni cognitive e il fatto che l’area si stia ancora sviluppando nella tarda adolescenza, i ricercatori hanno cercato di capire di più sulla sua vulnerabilità a una dieta ricca di zuccheri tramite il microbiota intestinale.

Conseguenze dell’abuso di zucchero

Il consumo di zucchero nella prima infanzia sembra compromettere selettivamente il loro apprendimento e la memoria ippocampale. Ulteriori analisi hanno determinato che l’elevato consumo di zucchero ha portato a livelli elevati di parabacteroides nel microbioma intestinale, gli oltre 100 trilioni di microrganismi nel tratto gastrointestinale che svolgono un ruolo nella salute e nella malattia umana.

La ricerca futura è necessaria per identificare meglio i percorsi specifici attraverso i quali opera questa segnalazione intestino-cervello.