Come scegliere il miglior telecomando elettrico universale per cancelli

Ormai i cancelli automatici di garage e portoni hanno sostituito i vecchi cancelli manuali di una volta che erano molto scomodi e poco sicuri.

Ecco perché sta diventando un’esigenza di tutti ormai avere un telecomando elettronico che apra a distanza e con tutta comodità il cancello del proprio garage o del portone automatico di casa o del condominio.

I telecomandi elettrici si sintonizzano al cancello e con il solo ausilio di un tasto possiamo aprire un cancello senza dover scendere dalla macchina e con la chiave e poi spingere a mano aprire un pesante cancello.

Inoltre, i telecomandi di ultima generazione sono universali e ti permettono di duplicare l’originale in modo tale da avere altre copie in casa nel caso quello originale smettesse di funzionare oppure di poter dare ai famigliari una copia del telecomando per il cancello in modo da essere tutti autonomi.

Il telecomando universale si può programmare facilmente attraverso l’autoapprendimento, funzione che offre la possibilità di memorizzare il codice che c’è all’interno del telecomando originale e di inserirlo all’interno di altri telecomandi.

Oltre ad essere utile per avere altre copie in casa in caso di mal funzionamento dell’originale, ci si risparmia una grande spesa che generalmente hanno i telecomandi originali non universali.

Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio quali sono le caratteristiche che deve avere un buon telecomando universale per cancelli e alla fine della lettura di questo articolo sarete in grado di scegliere quello che fa al caso vostro tra quelli proposti su telecomandiuniversali.it.

Quali caratteristiche deve avere un buon telecomando universale

Prima di acquistare un telecomando universale leggete quanto scritto qui di seguito così da poter comprare quello che fa al caso vostro.

Frequenza

La frequenza è la caratteristica principale alla quale si deve fare più attenzione quando si acquista un telecomando universale. Quasi tutti i telecomandi universali hanno una frequenza di 433.92 MHz e si connettono facilmente a quasi tutti i tipi di cancelli e porte automatiche.

Oltre a telecomandi con questa frequenza esistono anche quelli con multifrequenza variabile che sono in grado di adattarsi a più stazioni.

Ma il più diffuso di tutti rimane il telecomando con frequenza 43.92 MHz.

Codici

Un altro aspetto che differenzia i telecomandi universali è la quantità di codici che si possono memorizzare al suo interno. La maggior parte dei telecomandi memorizza 2 codici diversi, invece i telecomandi con 4 tasti possono memorizzare 4 codici diversi in modo tale da poter aprire 4 dispositivi con un solo telecomando.

Inoltre, bisogna precisare che alcuni telecomandi universali si possono clonare solo con dispositivi a codice fisso, mentre i telecomandi per cancello BTF si adattano sia al codice fisso che alla tecnologia Rolling code multifrequenza.

Canali

La scelta dei canali dipende dai dispositivi che ci serve gestire tramite il telecomando.

Per esempio, se si vuole aprire con un solo telecomando 2 cancelli diversi che stanno anche in zone diverse bisogna scegliere un telecomando con due canali e così via in base alla quantità di cancelli o dispositivi.

Design

Questo è un aspetto prettamente estetico e soggettivo. All’inizio i telecomandi universali per cancelli erano quasi tutti uguali, mentre adesso si possono scegliere forme e colori differenti. Un consiglio che vi vogliamo dare è quello si di scegliere un colore e una forma particolare che vi piace ma dovete tener presente ai materiali e alla grandezza del telecomando. Scegliete un telecomando compatto e dai materiali resistenti e se esteticamente non vi piacciono si possono trovare ormai molte custodie fatte apposta per i telecomandi.

I modelli migliori di telecomandi per cancello sono in alluminio con una parte scorrevole che copre i tasti, inoltre questo rivestimento protegge ancora di più il telecomando in caso di cadute o urti.

Batterie e connettività Bluetooth

Tutti i telecomandi universali funzionano a batterie che siano a litio o alcaline hanno la durata minima di 2 anni e quella massima di 7 ma ciò dipende anche dalla frequenza con la quale si utilizzano. Inoltre, tenete presente che non tutti i telecomandi vengono venduti già con le batterie al loro interno e nel caso doveste cambiarle perché esaurite non perderete i codici memorizzati.

I telecomandi di ultima generazione sono dotati di Bluetooth 4 che si collega direttamente allo Smartphone da garantire così la connettività con 450 radiocomandi. Installando un app gratuita sul cellulare potrete inserire anche un codice segreto personale di 6 cifre così da aumentare la sicurezza dei vostri dispositivi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *