Chi soffre di cancro al cervello ha maggiore rischio di suicidarsi

Le persone con tumori della testa e del collo hanno un rischio di suicidio fino a cinque volte maggiore rispetto alla popolazione generale.

I dati hanno mostrato che coloro che vivono nelle aree rurali che soffrono di queste malattie, che includono il cancro della bocca, dei seni nasali e della gola, hanno una probabilità cinque volte maggiore di morire per suicidio rispetto alla popolazione generale.

Secondo i ricercatori, i malati di cancro alla testa e al collo che vivono in aree urbane e suburbane hanno quasi tre volte più probabilità di morire per suicidio, nonostante abbiano un maggiore accesso al trattamento delle malattie e ai servizi di supporto per la salute mentale.

La speranza guida davvero il trattamento del cancro e, come il cancro del pancreas, i tumori della testa e del collo in genere hanno alti tassi di mortalità e causano alti livelli di dolore.

Un altro fattore è che molte persone con tumori della testa e del collo mostrano segni esteriori della loro malattia, in termini di cicatrici sulla zona del viso e del collo o complicazioni che influenzano la loro capacità di deglutire e gustare il cibo. Questo può renderli impacciati e spingerli ulteriormente nell’isolamento, il che influisce negativamente sulla loro salute mentale.

Sebbene i tassi di suicidio tra i malati di cancro siano diminuiti negli ultimi 20 anni, in gran parte a causa del miglioramento dei trattamenti e della sopravvivenza, le malattie con sintomi più difficili e prognosi più infauste tendono a vedere più morti causate dal suicidio

Quando ricevi una diagnosi di cancro alla testa e al collo, o qualsiasi altro cancro, non sai cosa ti succederà o se puoi essere trattato con successo. Questo può causare depressione e ansia, che possono portare a pensieri suicidi, quindi senza i servizi di assistenza sanitaria mentale integrati nel trattamento generale del cancro, può rendere le cose molto difficili per questi pazienti.