Attacchi di panico: sintomi e cura

Gli attacchi di panico costituiscono un problema che interessa un numero ampio di persone. Si tratta di un disturbo caratterizzato da sintomi ben specifici, che possono determinare un forte disagio in chi li sperimenta. In genere questo problema si manifesta in seguito a periodi della vita che possono risultare molto stressanti. L’accumulo dello stress potrebbe portare proprio a condizioni di forte timore e di ansia, che spesso devono essere sottoposte ad una specifica cura tramite una psicoterapia, per trovare il rimedio più adeguato. Ma quali sono i sintomi degli attacchi di panico? Come si manifestano questi disturbi e qual è la terapia più adeguata da portare avanti per trovare una soluzione? Andiamo a scoprirne di più su questo argomento.

I sintomi degli attacchi di panico

Per trovare una cura adeguata al problema degli attacchi di panico è possibile rivolgersi ad uno psicologo Pisa. Solo con l’aiuto di un professionista del settore è possibile attuare tutte le strategie per evitare di sentirsi condizionati dalla paura e dell’ansia nelle scelte della vita quotidiana.

Gli attacchi di panico costituiscono un problema da non sottovalutare, perché la paura è una sensazione che spesso può diventare molto forte e può condizionare in maniera incisiva la nostra quotidianità, arrivando ad attivare un vero e proprio circolo vizioso in cui siamo portati a reagire alla paura di avere paura.

Tra i sintomi più comuni degli attacchi di panico, che sono le tipiche manifestazioni di questo problema, possiamo ricordare ad esempio le palpitazioni o la tachicardia, delle manifestazioni che comprendono battiti cardiaci irregolari o pesanti o la sensazione di avere il battito in gola.

Inoltre gli attacchi di panico spesso ci fanno avere il timore di perdere il controllo con la realtà e di perdere la calma in determinate situazioni della vita quotidiana. Si potrebbero verificare delle sensazioni di vertigini, ma anche tremori o sudorazione.

Spesso chi soffre di questo disturbo prova un dolore o una sensazione di fastidio al petto e potrebbe percepire il mondo come irreale, distaccandosi dalla realtà. Tra i sintomi possiamo citare anche la nausea, i disturbi addominali, la sensazione di nodo alla gola e le vampate di calore.

La strategia della psicoterapia

Una delle tecniche che possono essere portate avanti per la cura degli attacchi di panico è sicuramente costituita dalla psicoterapia. Alcuni studi condotti anche di recente hanno permesso di comprendere che la psicoterapia cognitivo-comportamentale è la forma di terapia più adatta per la cura degli attacchi di panico e in generale per ridurre i disturbi che interessano la presenza dell’ansia eccessiva.

In genere questa tipologia di psicoterapia non richiede un grande impegno da parte del paziente in termini di tempo, anche perché si svolge solitamente con una cadenza settimanale. Il paziente però svolge un ruolo fondamentale, perché è il punto fondamentale dal quale partire per comprendere le motivazioni reali che stanno alla base dei disturbi, in modo da trovare una soluzione specifica caso per caso.

L’obiettivo che deve essere raggiunto è quello che porta alla cura dell’attacco di panico, con una concentrazione specifica sui comportamenti che potrebbero essere messi in atto per trovare un rimedio a questa fastidiosa condizione che il paziente sperimenta.

Nel corso della terapia si impiegano delle tecniche di tipo cognitivo, ma anche strategie di tipo comportamentale ed esperienziale. È importante quindi cercare di modificare i comportamenti che sono alla base dell’insorgenza del disturbo e allo stesso tempo provare delle specifiche strategie utili per il rilassamento e per fare in modo che il paziente provi nuove esperienze.

Con le tecniche di tipo cognitivo è invece possibile mettere in moto un meccanismo che porterà il paziente a non provare paura in determinate situazioni. Con una maggiore consapevolezza, l’individuo potrà comprendere il problema e ciò che sta alla base, per evitare la sensazione di ansia che potrebbe portare agli attacchi di panico.